Limone Piemonte: soggiornare a Bene Vagienna

Limone Piemonte è una graziosa cittadina con un bellissimo comprensorio sciistico in Piemonte, al confine con la Francia. Durante questo periodo trovare un appartamento o un posto in albergo è difficile e soprattutto molto dispendioso. Abbiamo quindi deciso di soggiornare a circa 40 minuti di macchina dal luogo, attratti anche da un sito archeologico. Sto parlando del comune di Bene Vagienna (CN).

Bene Vagienna (CN)

Bene Vagienna è un piccolo comune di circa 3.500 persone; è situato nella pianura cuneese, tra due affluenti del Tanaro (Mondavia e Cucetta).

Hotel BVH

Abbiamo soggiornato presso l’Hotel BVH attraverso uno Smart Box. Il costo di una camera su Tripadvisor è di circa 60 euro a notte per due persone con colazione inclusa e parcheggio gratuito sul posto; dispone, inoltre, di una palestra.
L’hotel è situato in un’ottima struttura, nuova ed elegante, oltre che molto luminosa grazie alle ampie vetrate. Le camere dispongono del frigo-bar; sono semplici, ma ordinate, pulite ed ospitali. In quella a noi assegnata per la notte di sabato sera c’è stato un problema sul riscaldamento (la temperatura misurava oltre i 25°c senza abbassarsi), abbiamo così ricevuto aiuto dalla reception e dallo stesso direttore, il quale infine ci ha cambiato stanza offrendoci una bevanda.
E’ presente, in tutta la struttura, il wi-fi gratuito, accessibili da illimitati dispositivi tramite un semplice sistema di login.
La colazione era ricca, con frutta, cereali, yogurt, brioche, cibi salati, bevande calde servite e con personale gentile. Viene effettuata nella sala del ristorante, il quale è anche pizzeria.
Il checkout è fissato alle 11:00.

Julia Augusta Bagiennorum – Sito archeologico presso la frazione di Roncaglia

Anfiteatro

Julia Augusta Bagiennorum, così era chiamata dai romani l’odierna Bene Vagienna, oppidum del popolo dei Liguri Bagienni che occupavano il territorio tra il Po’ ed il Tanaro.
La città sorgeva a circa 2 km dalla città odierna, presso la frazione di Roncaglia.

Dettaglio dell’Anfiteatro

L’area archeologica è sottoposta a tutela fin dal 1933, quando fu creata la riserva speciale di 243 ha. I Bagienni furono cacciati dal loro centro da popolazioni celtiche, soprattutto dai Boi, dirigendosi in Emilia-Romagna, nella zona di Bobbio. Furono conquistati dai romani verso la metà del II secolo a.C. e poi inglobati nell’impero romano.

***Ecopelliccia

Il centro era di importanza strategica per il controllo tra la Pianura Padana, le valli degli affluenti del Po e i valichi alpini.
Il centro sorgeva a nord del torrente Mondalavia e i suoi resti sono visibili in parte con un foro cittadino (ancora quasi completamente ricoperto), un teatro, un anfiteatro, un tempio, una basilica, le terme e un acquedotto.
Era una delle più importanti città dell’Italia nord-occidentale, indicata dai romani come Gallia Cisalpina.

Caduta al tempo delle invasioni barbariche Augusta venne seppellita e solo nel 901 si ritrovò il primo documento di storia medievale di Bene, chiamata poi dal 1862 Bene Vagienna.

Fu una pianura delimitata dalla Stura e dal Tanaro che Giuseppe AssandriaGiovanni Vacchetta, due studiosi locali, iniziarono le ricerche e con ripetuti scavi reperirono un primo rilievo dell’antica città sepolta sotto circa 50 cm. Essi riportarono alla luce Augusta tra il 1894 e il 1925.

Basilica cristiana

CURIOSITA’: fu citata anche da Plinio Il Vecchio.

Modalità di visita

Orario: tutti i giorni dall’alba al tramonto.
Tariffe: l’ingresso è gratuito con visita libera.
Visita: il percorso comprende la visita ai resti dell’anfiteatro, del teatro, della basilica medievale e del cosiddetto Capitolium; è identificato da una passerella lignea e scandito da pannellistica bilingue che illustra i principali monumenti dell’area. La durata della visita è di circa 1 ora.

***Ecopelliccia

Limone Piemonte (CN)

Limone Piemonte è la più importante località sciistica del basso Piemonte e del cuneese.
Limone è un ampio comprensorio con piste di tutti i livelli per ogni esigenza.
Ho sempre frequentato le alture di questo posto e le ho sempre amate per la loro bellezza e ricchezza di paesaggio e ne ho avuto la conferma sabato, una giornata di sole, con temperature abbastanza calde, ma con una neve stupenda. Le piste vengono battute con regolarità, quasi ogni giorno, permettendo agli sciatori di ottenere le massime prestazioni. 

La neve è al 90% naturale e non artificiale; in alto la vista era mozzafiato, davvero incredibile.
I prezzi sono molto vantaggiosi considerando ciò che offre questo comprensorio; se si acquistano gli skipass online si possono risparmiare notevoli cifre, inoltre esiste lo skipass universitari utilizzabile dopo la presentazione di un documento di identità e delle ricevute delle tasse universitarie dell’anno accademico in corso (esclusivamente online). Eccetto alcuni periodi lo skipass per gli studenti ha il costo di 17 euro dal lunedì al sabato e di 30 euro la domenica. 

***Ecopelliccia

Consiglio di recarsi presso gli impianti prima delle 09:00 per riuscire a trovare parcheggio: sono presenti molti posti auto, ma vengono comunque occupati quasi tutti. Inoltre, soprattutto in questo periodo dell’anno in cui le temperature vanno ad alzarsi è ottimale sfruttare maggiormente la mattina, trovando piste appena battute e una neve ancora farinosa senza che si sciolga.

← Previous post

Next post →

1 Comment

  1. Belli i luoghi ed…..i pantaloni, complimenti!

Rispondi